Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

 

 Fortezza di girifalco à Cortona

 

14-copie-1.JPG

 

 

 

 

 

scusate la cattiva traduzione...

 

 

 

tesoro di"archivi

 

1-Gli archivi ci hanno insegnato che Léonard di Vinci ha fatto una carta del lago Trasimène e della Valle di Chiania e che ha studiato molto questa regione. Per celà si era installato certamente, come altri pittori a Cortone per ammirare di in altezza lo splendido paesaggio. Dalla sua gioventù, aveva osservato con emozione, la valle, il lago all'orizzonte, i colori mutevoli del cielo ai diffèrentes ore della giornata. È in questo luogo storico di dove era originario poiché era toscano che aveva studiato con passione la storia degli etrusca. È a Cortone, che ha portato più tardi, il re Louis XII e la sua corte. Questo luogo eccezionale non lo lasciava indifferente di tanto quanto i miracoli di St Francesco facevano parlare tutta la Toscana e spostare le folle.

 

2-Una molto bella giovane donna della corte della Francia ma di alleanza italiana per gli Sforza, venerava particolarmente santo-Francesco di Assisi, era Louise della Savoia, la madre del futuro re della Francia. Sua zia è Bonne della Savoia, duchessa di Milano e da che va.

 

3-Louise si rese un giorno a Cortone per un pellegrinaggio. Pregò il santo affinché suo figli Francesco di Vali, diventò un giorno re della Francia.

 

(È ciò che arrivò in 1515 poiché Louis XII ed Anne della Bretagna non ebbero erede.)

 

Era l'estate 1502 a Cortone. Léonard di Vinci che era un amico molto caro ed ammirato di Louis XII incontrò il re e la sua cara amica Louise della Savoia in questa meravigliosa città. Louise, che il pittore conosceva già da molto, aveva solamente 26 anni.

Era vedovo da 1496 ma protetta per il re. Di una grande intelligenza, i signori sapevano che era la consigliera diplomatica del re Louis XII. La sua bellezza era conosciuta da tutti i corsi europei. Era stata promessa al duca Alfonso di Este in 1501 dopo il decesso di Anne Sforza del resto, ma aveva rifiutato. Aveva le sue ragioni. Li spiego nel mio romanzo.

 

Léonard ha esattamente 50 anni. Louise è ammirativa dei suoi tive di suoi da sempre. uvres che ha comandato della Francia tramite Robertet, come « madone au fuseau »

ma apprezza anche il suo umorismo, il suo genio ed il suo fisico di principe. Come egli, ama Cortone, questo luogo di storia di ogni bellezza e la vista sul lago Trasimène

 

Léonard lo sa  Allora, questo giorno, dell'altezza della loggia del castello molto dominante tutta la valle del Chiana che aveva disegnato di cui il lago Trasimène, Léonard di Vinci, volle immortalare non solo questo paesaggio che amava ma anche la bellezza del viso di Louise ed afferrare sulla tela questo momento pieno di emozioni. Sì, erano buono in estate 1502 e è quell'anno che dipinse questo sublime ritratto il rappresentando.

 

Questo quadro, lo custodì preziosamente per offrirglielo bene più tardi in Francia al Campo Lucé. Questo quadro fu allora il primo ritratto della Gioconda o di Mona Lisa che Antonio di Béatis vive in Francia da Léonard di Vinci.

 

I suoi alunni di laboratori fecero poi di altre copie altri Gioconda che ci turba ancora!

 

Difatti Léonard di Vinci nascose tutta la sua vita il suo amore per la giovane madre del futuro re di Francia, Francesco 1. Questo è perché questo primo quadro resterà misterioso!

 

Il mio romanzo spiega ciò.

Ci sono altre ragioni affinché il pittore abbia fatto questo quadro sublime e è spiegata nel mio romanzo coi sorgenti d"archives;

 

 

 Louise della Savoia è stata dipinta dell'altezza della vecchia fortezza médièvale in1502.

 

15.JPG

 

Tag(s) : #ROMAN 2012

Partager cet article

Repost 0